Amministrazione trasparente: SCADE IL 30 SETTEMBRE L'OBBLIGO DI PUBBLICAZIONE DELLE ATTESTAZIONI OIV

traspCon la delibera n. 71/2013 “Attestazioni OIV sull’assolvimento di specifici obblighi di pubblicazione per l’anno 2013 e attività di vigilanza e controllo della Commissione”, CIVIT ha fornito indicazioni in merito alle verifiche di competenza degli OIV o dei nuclei di valutazione degli enti in materia di trasparenza per attestare l’assolvimento degli obblighi previsti dal Dlgs. n. 33/2013.

Entro il 30 settembre 2013 l'attestazione, corredata della relativa griglia predisposta da CIVIT e allegata alla citata delibera, dovrà essere pubblicata nella sezione “Amministrazione trasparente”. Gli organismi di controllo, per la predisposizione dell’attestazione, possono avvalersi della collaborazione dei responsabili della trasparenza che dovranno fornire tutte le informazioni necessarie.
 
Gli OIV o i nuclei di valutazione, entro la data di scadenza, devono attestare l’assolvimento dei seguenti obblighi di pubblicazione:
 
a) i dati relativi alle società partecipate dalle P.A.;
 
b) i pagamenti dei debiti scaduti della pubblica amministrazione maturati al 31 dicembre 2012;
 
c) i procedimenti amministrativi;
 
d) i servizi erogati agli utenti, con riferimento ai costi contabilizzati, evidenziando quelli effettivamente sostenuti e quelli imputati al personale per ogni servizio erogato, e ai tempi medi di erogazione;
 
e) l' accesso civico, ex articolo 5 del d.lgs. 33/2013, con riferimento ai documenti, alle informazioni e ai dati per i quali è previsto uno specifico obbligo di pubblicazione, nei casi in cui questa sia stata omessa.
 
CIVIT verificherà il rispetto dell'adempimento effettuando attività di vigilanza e controllo a campione in merito all’avvenuta pubblicazione, sul sito delle amministrazioni, del documento di attestazione e della griglia di rilevazione sull’assolvimento degli obblighi di pubblicazione. Verifiche saranno effettuate anche a seguito di segnalazioni, circa la mancata o incompleta pubblicazione, ricevute dal responsabile della trasparenza e/o della prevenzione della corruzione o da privati cittadini.
 
24 settembre 2013

Dott. Igino Addari