TURISMO SUL WEB: CRESCITA E FINANZIAMENTI

Turismo WEBIl turismo in rete sul web è in crescita costante e sono previsti incentivi agli operatori turistici per espandere questo strumento che rappresenta un concreto fattore di sviluppo economico del sistema Italia.

Secondo i dati 2015 dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo si registra un + 19% delle transazioni sul mercato italiano. Il che in termini di giro d'affari tra strutture ricettive, mezzi di trasporto e pacchetti viaggio, supera quota 51 miliardi di euro (+3% sul 2014).

Il turista utilizza sempre più spesso smartphone (+70%) e tablet (+20%) per gli acquisti ed è attivo in tutte le fasi del viaggio: sia prima della prenotazione – cercando informazioni in Rete (88%), acquistando online (82%) alloggio, mezzo di trasporto e attività a destinazione – sia durante il viaggio con acquisti mobile (44%) o utilizzando applicazioni dedicate (86%). Una volta a casa continuano la loro attività digitale, condividendo foto, video e commenti.
Da questi dati si deduce l'importanza dei siti mobile friendly compatibili con l'utilizzo di smartphone e tablet che facilitano la ricerca delle informazioni turistiche atraverso l'utilizzo di dispositivi mobili.

A supporto e incentivazione del turismo digitale è previsto l’Art Bonus, destinato all’evoluzione tecnologica di alberghi e altre strutture ricettive: il decreto del Ministero del Turismo del 12 febbraio 2015, in attuazione dell’articolo 9 del Dl 84/2014, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 23 marzo. Contiene le disposizioni per applicare il tax credit del 30%, per gli anni dal 2014 al 2016, alle strutture ricettive che investono nel turismo digitale, fino a un massimo di 12mila 500 euro nel triennio.

Possono accedere all’agevolazione relativa al turismo digitale alberghi, affittacamere, ostelli per la gioventù, case e appartamenti vacanze, residence, case per ferie, bed & breakfast, rifugi montani, le altre strutture extra alberghiere individuate dalle specifiche normative regionali, i consorzi, reti d’impresa, ATI (associazione temporanea di imprese), le agenzie di viaggi e i tour operator.

Il Bonus viene concesso per l'acquisto di:
    - siti web ottimizzati per il sistema mobile;
    - programmi per la vendita diretta di servizi e pernottamenti e la distribuzione sui canali digitali;
    - spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio
    - servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale;
    - strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità;
    - impianti Wi-Fi;
    - servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente nelle strutture interessate.

Tutte queste voci di spesa sono agevolate al 100%, per un importo massimo pari a 44.666 Euro, a cui si applica il credito d’imposta del 30% per un totale massimo pari a 12.500 euro nel triennio, diviso in tre quote annuali di pari importo.