Nel periodo natalizio Anonymous Italia ha agito contro dieci enti tra asl, associazioni di categoria, ospedali e uffici pubblici.

Nel mirino dell'attacco sono finiti le asl di Rieti e Viterbo, sul cui sito il collettivo ha anche fatto comparire il fotomontaggio del presepe, l’Istituto superiore di sanità, Agenas, Federfarma, l’ospedale San Giovanni di Roma, Difarma (società di distribuzione dei farmaci), l’asl di Caserta, l’azienda sanitaria lariana (in Lombardia, nell’area del lago di Como) e l’unità sanitaria locale di Legnano (in provincia di Milano).

Gli hacker hanno agito per mostrare come “chi ci governa, e chi dovrebbe trattare con cura i nostri dati/privacy, non fa il lavoro per cui viene profumatamente pagato”.

Diffusi i database ma come regalo di Natale, a detta degli hacker, non sono stati divulgati i dati dei pazienti.

                 

                  

                 

                                        Banner_soft_Privacy_2018-12-26.png

                        

                    

elearning formazione privacy online