Una vulnerabilità zero-day che consente di avviare esecuzione di codice in remoto semplicemente attirando le vittime su un sito Internet sotto il controllo dei pirati.

Gli  sviluppatori Mozilla nella versione 67.0.3 implementa le correzioni per “tappare” una delle peggiori falle mai individuate per il browser open source.

Il problema riguarda JavaScript e in particolare una vulnerabilità (CVE-2019-11707) che gli esperti hanno classificato come un attacco di tipo Type Confusion.

In pratica, la tecnica di attacco prevede di allocare o inizializzare una risorsa con un certo tipo di carattere e accedervi in seguito usando un carattere incompatibile con quello impostato. In questo modo si produce un errore che può portare a una gestione scorretta della memoria.

La vulnerabilità sarebbe già attivamente sfruttata da un gruppo di pirati informatici per cui è urgente aggiornare il browser.

 

 

telegram
Per essere sempre aggiornato sugli adempimenti e le scadenze in materia di privacy, amministrazione digitale, trasparenza, anticorruzione, conservazione digitale, iscriviti al canale Actainfo Telegram .  https://t.me/actainfo