Decreto Sviluppo bis: l'Agenda Digitale

digitaleIl “Decreto Crescita 2.0”, anche detto Decreto Sviluppo bis, approvato con Decreto Legge 18.10.2012, n. 179 è stato convertito con la Legge 17.12.2012 n. 221 (G.U. 18.12.2012) .

L'obiettivo delle disposizioni del secondo Decreto Crescita è quello di puntare sull’innovazione quale fattore strutturale di crescita sostenibile e di rafforzamento della competitività delle imprese.

 

L’applicazione dell’Agenda Digitale, aumenta i servizi digitali per i cittadini, che potranno avere un unico documento elettronico, valido anche come tessera sanitaria, attraverso il quale rapportarsi con la pubblica amministrazione. Via libera anche alle ricette mediche digitali, al fascicolo universitario elettronico e a numerose norme riguardanti la giustizia digitale.

Questi i punti fondamentali che saranno attuati nei prossimi mesi:

1) documento digitale unificato - Carta di identità elettronica e tessera sanitaria (art. 1);
2) anagrafe unificata (art. 2);
3) censimento annuale della popolazione e Archivio delle strade (art.3);
4) domicilio digitale del cittadino (art. 4);
5) obbligo di PEC per le imprese (art. 5);
6) trasmissione obbligatoria di documenti per via telematica (artt. 6 e 7);
7) biglietti di viaggio elettronici (pagamenti con il telefonino) e sistemi di trasporto intelligente (art. 8);
8) pubblicazione dati e informazioni in formato aperto (art. 9);
9) fascicolo elettronico per gli studenti universitari e semplificazione di procedure in materia di università (art. 10);
10) libri e centri scolastici digitali (art. 11) a partire dal 2014;
11) fascicolo sanitario elettronico, cartella e prescrizione medica digitali (artt. 12, 13 e 13bis);
12) azzeramento del divario digitale, interventi per la diffusione delle tecnologie digitali (art. 14);
13) pagamenti elettronici (art. 15). Dal 1° gennaio 2014 pubbliche amministrazioni, commercianti e professionisti avranno l'obbligo di accettarli;
14) biglietto di cancelleria, comunicazioni e notificazioni per via telematica (art. 16);
15) comunità intelligenti (art. 20).

21 di cembre2012

Dott. Igino Addari