Relazione annuale RPCT

ANAC, l’Autorità Nazionale Anticorruzione, in un Comunicato del Presidente ha reso noto il differimento del termine per la predisposizione e la pubblicazione della Relazione annuale del Responsabile della Prevenzione della corruzione e della trasparenza (Rpct).

Le pubbliche amministrazioni e le società in controllo pubblico hanno tempo fino al 15 gennaio 2023 per elaborare e pubblicare la Relazione annuale dei Responsabili della Prevenzione della corruzione e della trasparenza (Rpct)
L’ANAC ha differito di un mese il termine per consentire agli Rpct di svolgere adeguatamente le attività connesse alla predisposizione della “Sezione anticorruzione e trasparenza” del PIAO o dei Piani triennali di prevenzione della corruzione e della trasparenza (Ptpct).

Nella pagina di accesso al Comunicato del Presidente sono pubblicate:
– le istruzioni per la compilazione e pubblicazione della Relazione annuale con le seguenti avvertenze.
Le società e gli altri enti di diritto privato in controllo pubblico, nonché gli enti pubblici economici utilizzano, per quanto compatibile, la scheda con riferimento alle misure anticorruzione adottate in base al PNA 2019 (Delibera ANAC n. 1064 del 13 novembre 2019) e al documento ANAC Orientamenti per la pianificazione anticorruzione e trasparenza del 2.2.2022.

– la scheda per la redazione della Relazione annuale del RPCT in formato xlsx.
La scheda non va stampata in formato cartaceo e scansionata per poi pubblicare sul sito istituzionale un file in formato immagine o PDF.
Ultimata la compilazione, si procede alla pubblicazione della scheda , nello stesso formato Excel (xlsx) rilasciato dall’Autorità, sul sito istituzionale, all’interno della sezione “Amministrazione trasparente”//”Società trasparente”, nella sotto-sezione “Altri contenuti – /”Società trasparente”, sotto-sezione “Altri contenuti –prevenzione della corruzione”prevenzione della corruzione”.

In alternativa gli Rpct che utilizzano la Piattaforma di acquisizione dei Piani Triennali di Prevenzione della Corruzione e Trasparenza possono usufruire, previa registrazione, del servizio di generazione automatica della relazione annuale dopo aver completato l’inserimento dei dati relativi ai Ptpct o alla sezione anticorruzione e trasparenza del PIAO e alle misure di attuazione.

Dott. Igino Addari

Fonte: ANAC

ACTAINFO PNRR

AGID_Marketplace.pngMisura 1.4.1: SPORTELLO DIGITALE e SITI WEB per Servizi digitali Pacchetto Cittadino Informato e Cittadino Attivo.
Misura 1.2: Migrazione servizi in CLOUD.
Misura 1.4.3: PagoPA, App IO.
Misura 1.4.4: SPID, CIE

 

 

Actaprivacy software cloud saas qualificato da AGID per l'adempimento del GDPR

AGID_Marketplace.png Per l’attuazione degli obblighi richiesti dal nuovo Regolamento UE Software cloud saas ActaPrivacy per la gestione degli adempimenti previsti per la protezione dei dati personali dal GDPR 2016/679.

 

 

E-learning Corso Whistleblowing per la segnalazione degli illeciti

Corso di formazione per l’attuazione degli obblighi formativi in materia di whistleblowing - segnalazione degli illeciti - richiesti dalle Linee Guida ANAC del 9 giugno 2021

 

 

Leggi anche

Strategia Cloud Italia: trasmissione dei piani di migrazione

Con la firma del decreto n. 3 del 19 gennaio 2023, che stabilisce le modalità di trasmissione dei piani di migrazione predisposti dalle PA, prosegue il percorso di adozione del cloud da parte delle pubbliche amministrazioni italiane. Dopo aver presentato lo scorso anno la classificazione dati e servizi secondo le indicazione dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN), […]

Attacco ransomware massivo minaccia i server ESXi

Arrivano segnalazioni di una esplosione di compromissioni degli hypervisor VMware ESXi con oltre 500 macchine colpite dal ransomware questo fine settimana, con gli attacchi che sfruttano la CVE-2021-21974. Come pubblicato da The Stack, circa 20 macchine ESXi venivano colpite ogni ora, utilizzando i dati messi a disposizione da Shodan che mostravano che la maggior di […]

Accessibilità dei siti web e delle app di soggetti privati con fatturato medio superiore a € 500 milioni

Il DL 76/2020 ha esteso al settore privato alcuni obblighi sull’accessibilità, previsti già dalla Legge 4/2004 per le Pubbliche Amministrazioni, ai soggetti che offrono servizi al pubblico, attraverso siti web o applicazioni mobili, con un fatturato medio, negli ultimi tre anni di attività, superiore a 500 milioni di euro, con l’obiettivo di consentire la più ampia […]