PNRR - Avviso Misura 1.4.1

Esperienza del Cittadino nei servizi pubblici - Comuni. Scadenza 2 settembre 2022

Fondi disponibili: 400 milioni di Euro destinati a 7.904 Comuni per interventi di miglioramento dei siti web delle PA e di eventuali servizi digitali per il cittadino.

L’Avviso 1.4.1 Esperienza del Cittadino nei servizi pubblici - Comuni Aprile 2022 permette ai Comuni di candidarsi per la realizzazione degli interventi di miglioramento dei siti web delle PA e di eventuali servizi digitali per il cittadino secondo modelli e sistemi progettuali comuni secondo le indicazioni di cui in Allegato 2 al presente Avviso.

L’obiettivo è quello di migliorare il rapporto con l’utenza tramite l’implementazione del sito comunale e dei servizi pubblici digitali sulla base di modelli standard, collaudati e riutilizzabili. Il 40% delle risorse è destinato ai Comuni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia).

La scadenza delle candidature è prevista per il 2 settembre 2022, fino a quella data, sono previste finestre temporali di 30 giorni, al termine delle quali il Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del consiglio dei ministri provvederà a finanziare le istanze pervenute nel periodo di riferimento.

Il punto di accesso alle risorse per la transizione digitale è cosituito dalla Piattaforma PA digitale 2026 permette di candidare la propria amministrazione agli avvisi e richiedere i fondi scegliendo tra una lista di 26 servizi .

I progetti implementabili per la misura 1.4.1 del PNRR

L’Ente che aderisce all’avviso dovrà obbligatoriamente implementare il modello per il sito dei Comuni (“Pacchetto cittadino informato”), attraverso le modalità descritte nel paragrafo “Implementazione di sito comunale”. Per il riconoscimento dell’obiettivo conseguito, l’Ente dovrà provvedere a rendere disponibile il proprio sito comunale e attenersi ai criteri di conformità secondo quanto previsto dal paragrafo Raggiungimento dell’obiettivo di conformità al modello sito comunale..

L’Ente ha inoltre  la  possibilità  di  selezionare, a seconda della dimensione del Comune, un numero massimo di servizi digitali per il cittadino, selezionabili dalla lista di servizi digitali per il cittadino (“Pacchetto cittadino attivo”). In questo  caso  l’Ente  dovrà provvedere al ridisegno dei servizi scelti utilizzando le tipologie di flussi di interfaccia tramite l’implementazione del modello messo a disposizione da Designers Italia, rispettando: l’architettura dell’informazione del sito comunale e i template html del sito comunale, già validati in termini di accessibilità e conformi alle linee guida di riferimento.

Al termine del processo di implementazione, il Comune dovrà attestare la conformità del progetto sulla base delle caratteristiche indicate nell’allegato 2 dell’avviso.

L’avviso fissa uno standard preciso, tramite la definizione di 26 servizi divisi in 9 categorie in base al TUEL e alle attività di ricerca del Dipartimento per la Trasformazione Digitale. Ciascun servizio è riconducibile a una delle 5 tipologie di flussi di interfaccia messe a disposizione dal team Designers Italia:

1. Permessi e autorizzazioni
2. Domande con graduatoria
3. Servizi a pagamento
4. Vantaggi economici
5. Pagamenti dovuti

Per i 26 servizi erogabili digitalmente al cittadino (Richiesta di agevolazioni, Pagamento di contravvenzioni, Richieste di iscrizione all’asilo nido, ecc) è sufficiente avere a disposizione le 5 interfacce, sopra elencate, da adattare per tutti i 26 servizi.
Es.: la tipologia di flusso di interfaccia “Domanda con graduatoria” è applicabile sia al servizio “Richiedere assegnazione alloggio”, sia al servizio “Richiedere iscrizione all’asilo nido”.

Cronoprogamma

Comuni fino a 5.000 abitanti:
massimo 6 mesi (180 giorni) per la contrattualizzazione del fornitore dalla data di notifica del decreto di finanziamento;
massimo 9 mesi (270 giorni) per la conclusione delle attività, a partire dalla data di contrattualizzazione del fornitore.

Comuni con più di 5.000 abitanti:
massimo 9 mesi (270 giorni) per la contrattualizzazione del fornitore dalla data di notifica del decreto di finanziamento;
massimo 12 mesi (360 giorni) per la conclusione delle attività, a partire dalla data di contrattualizzazione del fornitore.

Le attività si intendono concluse alla data in cui:
- Il sito e gli eventuali servizi selezionati in fase di adesione risultano disponibili online
- È stata compilata la checklist di conformità indicata nel paragrafo Verifica della conformità.

Importi finanziabili con la misura 1.4.1 del PNRR
L'importo del finanziamento viene erogato in una misura proporzionale alla dimensione del Comune misurata in base al numero di abitanti.
Sono definite 6 fasce dimensionali che vanno dai comuni con meno di 5.000 abitanti ai comuni con oltre 250.000 abitanti.

Per maggiori informazioni sui servizi PNRR di ACTAINFO

CONTATTACI

 

PNRR - Avvisi pubblici ed applicativi Actainfo

Avvisi pubblici per la presentazione e selezione dei progetti PNRR. Servizi IaaS, PaaS e SaaS di Actainfo qualificati da AgID e pubblicati nel Cloud Marketplace.

Avviso 1.2 - Abilitazione al Cloud per le PA locali. Scadenza 22 luglio 2022

I Soggetti Attuatori ammissibili di cui all'Art. 5 dell'Avviso si candidano per l’implementazione di un Piano di migrazione al cloud delle basi dati e delle applicazioni e servizi dell’amministrazione secondo le indicazioni dell'Allegato 2 dell'Avviso. 

Tutte le misure del PNRR

Su PA digitale 2026 il dettaglio delle opportunità del PNRR dedicate alla digitalizzazione della Pubblica Amministrazione: fondi allocati, beneficiari e modalità di accesso alle misure.