hacker

Il Governo dell’Estonia ha bloccato, dalla mezzanotte del 3 novembre, le carte d’identità elettroniche della metà della popolazione, precisamente le identità digitali di 760mila cittadini.  Secondo la polizia estone c’è un reale rischio del furto dell’identità elettronica, soprattutto dei dati sanitari, per i cittadini (anche stranieri) che hanno ottenuto l’ID card dal 16 ottobre 2014 al 25 ottobre 2017.

Un grave scacco subito dall’Estonia, lo Stato considerato il più digitale d’Europa e forse nel mondo. In Estonia, infatti, solo 3 servizi pubblici, a fronte dei 2500 erogati digitalmente, necessitano della presenza fisica della persona: il matrimonio, il divorzio e l’acquisto di un immobile. Inoltre più dell’80% della popolazione, fra i 16 e 74 anni, è connessa a Internet.

La vulnerabilità è stata scoperta nel mese di settembre e la falla, se sfruttata, potrebbe permettere agli hacker di rubare l’identità del cittadino digitale e non solo, anche accedere ad altri dati relativi alla registrazione di nuove imprese fino alle transazioni monetarie.

Questa vicenda pone l’accento sulla vulnerabilità dei sistemi informatici e la necessità di alzare la guardia per la protezione e la sicurezza dei dati personali.

Fonte Federprivacy

Leggi anche

Accessibilità dei siti web e delle app di soggetti privati con fatturato medio superiore a € 500 milioni

Il DL 76/2020 ha esteso al settore privato alcuni obblighi sull’accessibilità, previsti già dalla Legge 4/2004 per le Pubbliche Amministrazioni, ai soggetti che offrono servizi al pubblico, attraverso siti web o applicazioni mobili, con un fatturato medio, negli ultimi tre anni di attività, superiore a 500 milioni di euro, con l’obiettivo di consentire la più ampia […]

PNRR: Proroga Avvisi in scadenza app IO, pagoPA e SPID/CIE

Con Decreto del Capo Dipartimento è stata prorogata la data di scadenza di alcuni Avvisi previsti per l’implementazione delle misure 1.4.3 (app IO e pagoPA) e 1.4.4 (SPID/CIE). Di seguito il dettaglio: Potete trovare QUI tutti i dettagli di ogni avviso con la relativa documentazione scaricabile. Fonte PA Digitale 2026

Scadenza 31 gennaio Amministrazione trasparente: Obblighi di pubblicazione e invio dati delle PA ad Anac. Modalità operative 2023

Dataset ANAC

A partire da febbraio 2023 saranno effettuati i tentativi di accesso automatizzato alle URL comunicate dalle Amministrazioni per l’acquisizione dei file xml pubblicati riportanti i CIG utilizzati nell’anno di riferimento. A riguardo, si consiglia di verificare che tutti i file xml generati siano accessibili e rispettino le specifiche tecniche definite dall’Autorità. Il dettaglio dell’esito dell’ultimo tentativo […]