Pubblicato un nuovo concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di 1.249 posti  per vari profili, area III, a tempo indeterminato, per i ruoli dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro.

Ente che ha bandito il concorso: Presidenza del consiglio dei ministri
Scadenza di presentazione della domanda: 14 marzo 2022
Bando: Gazzetta Ufficiale della Repubblica – 4ª serie speciale, concorsi ed esami n. 12 dell’11 febbraio 2022. 

I posti a concorso sono destinati sia alla sede di Roma, sia alle sedi territoriali dell’Ispettorato del lavoro e sono così ripartiti:

  • n. 1.174 per il profilo di ispettore tecnico (Codice ISP);
  • n. 25 per profilo funzionario area informatica (Codice INF);
  • n. 50 per il profilo funzionario socio statistico economico (Codice STAT).

Possono partecipare alle selezioni coloro che sono in possesso di una laurea, di un diploma di laurea, di una laurea specialistica o di una laurea magistrale.
La domanda deve essere presentata solo in modalità telematica utilizzando la procedura informativa disponibile all’indirizzo « https://ripam.cloud» ed accedendo tramite lo SPID (Sistema pubblico di identità digitale) entro e non oltre le ore 14,00 del 14 marzo 2022.

Ciascun candidato per partecipare alla selezione deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC), personalmente intestato. Se hai bisogno di creare un indirizzo di posta elettronica certificata, con possibilità di conservazione con efficacia probatoria, visita questa pagina su Pec.it.

La procedura concorsuale, a differenza di altre che si sono svolte in precedenza, si compone di un’unica prova scritta e di una successiva valutazione dei titoli in possesso dei candidati (ulteriori lauree rispetto a quella utile per l’ammissione al concorso, master, dottorati, diploma di specializzazione).

La prova scritta – distinta per i differenti codici di concorso – si svolgerà attraverso strumenti informatici, consisterà in un test di 40 domande a risposta multipla da risolvere in 30 minuti e sarà superata da coloro che raggiungeranno almeno ventuno trentesimi (21/30).

Link al bandoqui

 

 

 

Actaprivacy software cloud saas qualificato da AGID per l’adempimento del GDPR

AGID_Marketplace.png  Per l’attuazione degli obblighi richiesti dal nuovo Regolamento UE Software cloud saas ActaPrivacy per la gestione degli adempimenti previsti per la protezione dei dati personali dal GDPR 2016/679. 

 

   

ACTAINFO Servizi informativi e telematici

Fornitore abilitato al MEPA – Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione. 
Realizzazione, gestione, fornitura di: siti web, servizi privacy, firme digitali, marche temporali, PEC, conservazione digitale, archiviazione

    

  

 

 

 

Leggi anche

Attacco hacker a Synlab Italia sospese attività di 500 laboratori e centri medici

Laboratori Hackerati

Attacco hacker ai sistemi informatici di Synlab Italia, network europeo di fornitura di servizi di analisi e diagnostica medica presente in oltre 30 nazioni in 4 continenti con più di 500 laboratori medici in cui lavorano 28.000 dipendenti e circa 600 milioni di esami eseguiti ogni anno. E’ stata la stessa società a renderlo noto sul […]

Attacchi Ransomware in Italia +85% nel 2023

Ransomware

Nel report annuale sullo stato di salute della cybersecurity, Cyber Think Tank di Assintel, evidenzia un aumento preoccupante degli attacchi informatici nel corso del 2023. Nel mondo si evidenzia un notevole incremento del 184% nel numero degli attacchi rispetto al 2022, con un totale di 7.068 attacchi malware individuati e classificati durante l’anno. Dal Dark […]

Vortice di aggiornamenti 2024 per Amministrazione trasparente con regole privacy

Nuove schede standard pubblicazione Amministrazione trasparente 2024

Dopo i 5 provvedimenti emanati nel 2023 da ANAC – Autorità Nazionale Anticorruzione: Seguono 2 ulteriori aggiornamenti di inizio 2024 che coinvolgono anche le misure di protezione dei dati personali. Conclusioni Gran lavoro sul fronte Amministrazione trasparente. Si paga il ritardo nella progettazione della digitalizzazione e nella necessità della interoperabilità, in questo caso, con le […]