Pubblicato un nuovo concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di 1.249 posti  per vari profili, area III, a tempo indeterminato, per i ruoli dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro.

Ente che ha bandito il concorso: Presidenza del consiglio dei ministri
Scadenza di presentazione della domanda: 14 marzo 2022
Bando: Gazzetta Ufficiale della Repubblica – 4ª serie speciale, concorsi ed esami n. 12 dell’11 febbraio 2022. 

I posti a concorso sono destinati sia alla sede di Roma, sia alle sedi territoriali dell’Ispettorato del lavoro e sono così ripartiti:

  • n. 1.174 per il profilo di ispettore tecnico (Codice ISP);
  • n. 25 per profilo funzionario area informatica (Codice INF);
  • n. 50 per il profilo funzionario socio statistico economico (Codice STAT).

Possono partecipare alle selezioni coloro che sono in possesso di una laurea, di un diploma di laurea, di una laurea specialistica o di una laurea magistrale.
La domanda deve essere presentata solo in modalità telematica utilizzando la procedura informativa disponibile all’indirizzo « https://ripam.cloud» ed accedendo tramite lo SPID (Sistema pubblico di identità digitale) entro e non oltre le ore 14,00 del 14 marzo 2022.

Ciascun candidato per partecipare alla selezione deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC), personalmente intestato. Se hai bisogno di creare un indirizzo di posta elettronica certificata, con possibilità di conservazione con efficacia probatoria, visita questa pagina su Pec.it.

La procedura concorsuale, a differenza di altre che si sono svolte in precedenza, si compone di un’unica prova scritta e di una successiva valutazione dei titoli in possesso dei candidati (ulteriori lauree rispetto a quella utile per l’ammissione al concorso, master, dottorati, diploma di specializzazione).

La prova scritta – distinta per i differenti codici di concorso – si svolgerà attraverso strumenti informatici, consisterà in un test di 40 domande a risposta multipla da risolvere in 30 minuti e sarà superata da coloro che raggiungeranno almeno ventuno trentesimi (21/30).

Link al bandoqui

 

 

 

Actaprivacy software cloud saas qualificato da AGID per l’adempimento del GDPR

AGID_Marketplace.png  Per l’attuazione degli obblighi richiesti dal nuovo Regolamento UE Software cloud saas ActaPrivacy per la gestione degli adempimenti previsti per la protezione dei dati personali dal GDPR 2016/679. 

 

   

ACTAINFO Servizi informativi e telematici

Fornitore abilitato al MEPA – Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione. 
Realizzazione, gestione, fornitura di: siti web, servizi privacy, firme digitali, marche temporali, PEC, conservazione digitale, archiviazione

    

  

 

 

 

Leggi anche

Strategia Cloud Italia: trasmissione dei piani di migrazione

Con la firma del decreto n. 3 del 19 gennaio 2023, che stabilisce le modalità di trasmissione dei piani di migrazione predisposti dalle PA, prosegue il percorso di adozione del cloud da parte delle pubbliche amministrazioni italiane. Dopo aver presentato lo scorso anno la classificazione dati e servizi secondo le indicazione dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN), […]

Attacco ransomware massivo minaccia i server ESXi

Arrivano segnalazioni di una esplosione di compromissioni degli hypervisor VMware ESXi con oltre 500 macchine colpite dal ransomware questo fine settimana, con gli attacchi che sfruttano la CVE-2021-21974. Come pubblicato da The Stack, circa 20 macchine ESXi venivano colpite ogni ora, utilizzando i dati messi a disposizione da Shodan che mostravano che la maggior di […]

Accessibilità dei siti web e delle app di soggetti privati con fatturato medio superiore a € 500 milioni

Il DL 76/2020 ha esteso al settore privato alcuni obblighi sull’accessibilità, previsti già dalla Legge 4/2004 per le Pubbliche Amministrazioni, ai soggetti che offrono servizi al pubblico, attraverso siti web o applicazioni mobili, con un fatturato medio, negli ultimi tre anni di attività, superiore a 500 milioni di euro, con l’obiettivo di consentire la più ampia […]