Coronavirus smuove l’immobilismo digitale e così la Carta d’Identità Elettronica da oggi permette l’accesso ai  servizi digitali della Pubblica Amministrazione, tra cui quelli previdenziali, sanitari ed anagrafici di Regioni e Comuni.

Il cittadino potrà identificarsi tramite “Entra con CIE”, senza dovere più utilizzare un dispositivo di lettura contactless collegato al computer, ma comodamente attraverso il proprio smartphone con l’applicazione “CIE ID” già disponibile per il sistema operativo Android e a breve per i sistemi iOS.

L’utente avrà così 4 possibili strumenti per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione: SPID, CIE, CNS, PIN.

Procedura INPS accesso con CIE

Se hai la nuova Carta di identità elettronica 3.0 (verifica la corrispondenza al link https://www.cartaidentita.interno.gov.it/caratteristiche-del-documento), di seguito CIE, puoi utilizzarla per accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e in particolare ai servizi INPS.
Prerequisiti:
avere una CIE in corso di validità e i relativi codici di utilizzo PIN e PUK;
accedere da una postazione che permetta la lettura della CIE, ovvero:

– un personal computer dotato di lettore RFID (tipicamente collegato tramite interfaccia USB);
– uno smartphone con sistema operativo Android e interfaccia NFC (dettagli tecnici);

aver installato e configurato, rispettivamente sul computer (Software CIE) o sullo smartphone (APP Cie ID dallo store Android), il software messo a disposizione dal Ministero dell’Interno (vai sul sito https://www.cartaidentita.interno.gov.it/identificazione-digitale/entra-con-cie).
Dopo aver installato e configurato il software sopra indicato esegui le seguenti operazioni:
appoggia o avvicina la CIE al lettore RFID o allo smartphone;
premi il pulsante “Entra con CIE”, presente in fondo alla pagina, verrai indirizzato al sito del Ministero dell’Interno dove effettuerai l’autenticazione con la CIE. Terminata questa operazione verrai automaticamente indirizzato al servizio INPS richiesto.

    

 

 

Actaprivacy software online per l’adempimento del GDPR

Per l’attuazione degli obblighi richiesti dal nuovo Regolamento UE Software web based ActaPrivacy per la gestione degli adempimenti previsti per la protezione dei dati personali dal GDPR 2016/679. 

 

   

ACTAINFO Servizi informativi e telematici

Fornitore abilitato al MEPA – Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione. 
Realizzazione, gestione, fornitura di: siti web, servizi privacy, firme digitali, marche temporali, PEC, conservazione digitale, archiviazione

          

         

Leggi anche

Attacco hacker a Synlab Italia sospese attività di 500 laboratori e centri medici

Laboratori Hackerati

Attacco hacker ai sistemi informatici di Synlab Italia, network europeo di fornitura di servizi di analisi e diagnostica medica presente in oltre 30 nazioni in 4 continenti con più di 500 laboratori medici in cui lavorano 28.000 dipendenti e circa 600 milioni di esami eseguiti ogni anno. E’ stata la stessa società a renderlo noto sul […]

Attacchi Ransomware in Italia +85% nel 2023

Ransomware

Nel report annuale sullo stato di salute della cybersecurity, Cyber Think Tank di Assintel, evidenzia un aumento preoccupante degli attacchi informatici nel corso del 2023. Nel mondo si evidenzia un notevole incremento del 184% nel numero degli attacchi rispetto al 2022, con un totale di 7.068 attacchi malware individuati e classificati durante l’anno. Dal Dark […]

Vortice di aggiornamenti 2024 per Amministrazione trasparente con regole privacy

Nuove schede standard pubblicazione Amministrazione trasparente 2024

Dopo i 5 provvedimenti emanati nel 2023 da ANAC – Autorità Nazionale Anticorruzione: Seguono 2 ulteriori aggiornamenti di inizio 2024 che coinvolgono anche le misure di protezione dei dati personali. Conclusioni Gran lavoro sul fronte Amministrazione trasparente. Si paga il ritardo nella progettazione della digitalizzazione e nella necessità della interoperabilità, in questo caso, con le […]