digitale

Decreto Sviluppo bis: l’Agenda Digitale

Il “Decreto Crescita 2.0”, anche detto Decreto Sviluppo bis, approvato con Decreto Legge 18.10.2012, n. 179 è stato convertito con la Legge 17.12.2012 n. 221 (G.U. 18.12.2012) .

L’obiettivo delle disposizioni del secondo Decreto Crescita è quello di puntare sull’innovazione quale fattore strutturale di crescita sostenibile e di rafforzamento della competitività delle imprese.

 

L’applicazione dell’Agenda Digitale, aumenta i servizi digitali per i cittadini, che potranno avere un unico documento elettronico, valido anche come tessera sanitaria, attraverso il quale rapportarsi con la pubblica amministrazione. Via libera anche alle ricette mediche digitali, al fascicolo universitario elettronico e a numerose norme riguardanti la giustizia digitale.

Questi i punti fondamentali che saranno attuati nei prossimi mesi:

1) documento digitale unificato – Carta di identità elettronica e tessera sanitaria (art. 1);
2) anagrafe unificata (art. 2);
3) censimento annuale della popolazione e Archivio delle strade (art.3);
4) domicilio digitale del cittadino (art. 4);
5) obbligo di PEC per le imprese (art. 5);
6) trasmissione obbligatoria di documenti per via telematica (artt. 6 e 7);
7) biglietti di viaggio elettronici (pagamenti con il telefonino) e sistemi di trasporto intelligente (art. 8);
8) pubblicazione dati e informazioni in formato aperto (art. 9);
9) fascicolo elettronico per gli studenti universitari e semplificazione di procedure in materia di università (art. 10);
10) libri e centri scolastici digitali (art. 11) a partire dal 2014;
11) fascicolo sanitario elettronico, cartella e prescrizione medica digitali (artt. 12, 13 e 13bis);
12) azzeramento del divario digitale, interventi per la diffusione delle tecnologie digitali (art. 14);
13) pagamenti elettronici (art. 15). Dal 1° gennaio 2014 pubbliche amministrazioni, commercianti e professionisti avranno l’obbligo di accettarli;
14) biglietto di cancelleria, comunicazioni e notificazioni per via telematica (art. 16);
15) comunità intelligenti (art. 20).

21 di cembre2012

Dott. Igino Addari

Leggi anche

Strategia Cloud Italia: trasmissione dei piani di migrazione

Con la firma del decreto n. 3 del 19 gennaio 2023, che stabilisce le modalità di trasmissione dei piani di migrazione predisposti dalle PA, prosegue il percorso di adozione del cloud da parte delle pubbliche amministrazioni italiane. Dopo aver presentato lo scorso anno la classificazione dati e servizi secondo le indicazione dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN), […]

Attacco ransomware massivo minaccia i server ESXi

Arrivano segnalazioni di una esplosione di compromissioni degli hypervisor VMware ESXi con oltre 500 macchine colpite dal ransomware questo fine settimana, con gli attacchi che sfruttano la CVE-2021-21974. Come pubblicato da The Stack, circa 20 macchine ESXi venivano colpite ogni ora, utilizzando i dati messi a disposizione da Shodan che mostravano che la maggior di […]

Accessibilità dei siti web e delle app di soggetti privati con fatturato medio superiore a € 500 milioni

Il DL 76/2020 ha esteso al settore privato alcuni obblighi sull’accessibilità, previsti già dalla Legge 4/2004 per le Pubbliche Amministrazioni, ai soggetti che offrono servizi al pubblico, attraverso siti web o applicazioni mobili, con un fatturato medio, negli ultimi tre anni di attività, superiore a 500 milioni di euro, con l’obiettivo di consentire la più ampia […]