Attraverso questa piattaforma, i professionisti appartenenti a un ordine professionale possono accedere con lo SPID a un’area riservata per gestire le iscrizioni, i rinnovi, i trasferimenti e altri servizi on line.
La segreteria dell’ordine professionale ha la possibilità di gestire in tempo reale online le richieste ricevute dai vari iscritti, rendendo il processo più efficiente e accessibile.

L’iniziativa fa parte del più ampio progetto di digitalizzazione dei servizi dell’Ordine e ha l’obiettivo di rendere più agevoli i rapporti tra gli Iscritti e gli Uffici.

Lo Sportello Digitale è finanziabile con fondi PNRR e più specificamente con i fondi dei finanziamenti degli avvisi 1.4.1 e/o 1.4.4.

Infatti, lo Sportello Digitale, realizzato da Actainfo, permette anche di erogare i servizi digitali al cittadino resi dai Comuni, previsti dall’avviso 1.4.1 del PNRR con il pacchetto cittadino attivo che include 26 servizi digitali di base preconfigurati, incrementabili con ulteriori servizi digitali personalizzati secondo le esigenze del cliente. 

In questo caso specifico, abbiamo pubblicato lo “Sportello Digitale” dell’Ordine della professione di ostetrica/o interprovinciale di Bergamo, Cremona, Lodi, Milano e Monza Brianza, che consente a tutti gli iscritti all’Ordine di presentare richiesta di iscrizione, cancellazione e trasferimento in via telematica ai sensi degli artt. 64 e 65 del Codice dell’Amministrazione Digitale (D.lgs. 7 marzo 2005, n. 82), permettendo di accedere dal portale anche al relativo pagamento.

Lo Sportello è accessibile dalle sezioni del sito web dell’Ordine relative ai servizi per cui è stata attivata la modalità di richiesta on-line.

I Servizi possono essere personalizzati in base alle esigenze dei vari ordini che possono così decidere di digitalizzare e modernizzare tutte quelle istanze che al momento vengono gestite dalle segreterie con modalità tradizionali.
L’attuazione della digitalizzazione dei servizi della Pubblica Amministrazione, grazie alle disposizioni sulla transizione digitale e alla disponibilità di fondi PNRR, costituisce un obbligo e un’opportunità.

LA SCHEDA DEL SERVIZIO DIGITALE

La scheda del singolo servizio viene progettata sulla base degli indicatori dell’eGovernment, in modo da:

  1. rendere fruibile la navigazione su dispositivi mobili;
  2. presentare con chiarezza le informazioni relative ai servizi offerti, le responsabilità di chi deve garantire i servizi, e le modalità in cui vengono trattati i dati personali degli utenti (criterio della trasparenza);
  3. garantire l’utilizzo di tecnologie abilitanti, come le identità digitali.

La scheda informativa di servizio vuole garantire buoni standard qualitativi soprattutto in merito al criterio della trasparenza, presentando in maniera chiara e comprensibile tutte le informazioni necessarie per poter portare a termine una richiesta da parte del soggetto fruitore.

Gli attributi delle schede informative di servizio sono fissati da AGID e presentati nel foglio Tipologia di contenuto: Servizio del documento di architettura dell’informazione.
La struttura della scheda è finalizzata a comunicare:

  • una breve descrizione del servizio;
  • a chi è rivolto, ovvero i destinatari;
  • come si fa, ovvero le istruzioni per accedere al servizio e portare a termine il processo;
  • cosa serve, ovvero i documenti e i requisiti necessari;
  • cosa si ottiene, in base al vocabolario controllato output dei servizi;
  • fasi e scadenze, ovvero quando il servizio è attivo, eventuali scadenze e le tempistiche;
  • i canali di accesso digitali (tramite autenticazione) e fisici (con la possibilità di prenotare un appuntamento) dove poter portare a termine il processo, inclusa l’eventuale possibilità di inviare domande e documentazione via posta ordinaria, posta elettronica, o posta elettronica certificata;
  • le unità organizzative responsabili del servizio;
  • descrizione di casi particolari e ulteriori informazioni utili.
  • gli allegati in formato elettronico, ovvero gli atti che normano il servizio e tutti i documenti di supporto.
  • le condizioni di servizio, come i termini entro cui si può modificare o disdire la richiesta.

SERVIZI DIGITALI AREA RISERVATA ALLA P.A.

La Pubblica Amministrazione ricevente, una volta eseguito il login, può accedere all’area riservata per visionare le richiese inviate dai richiedenti.

Al ricevente vengono mostrati i seguenti dati:

  1. il modulo di richiesta: ovvero il modulo compilato dal richiedente del servizio;
  2. il nominativo di chi ha effettuato la richiesta: nome e cognome del richiedente;
  3. la data di invio: la data in cui è stata inviata la richiesta;
  4. lo stato: l’attuale stato della richiesta. I possibili stati sono:
    • in attesa di revisione: lo stato iniziale di una richiesta appena inviata. In attesa di essere visionata da un amministratore;
    • in attesa di integrazione: qualora fosse necessaria un’integrazione, un amministratore può decidere di inviare una notifica al richiedente, specificando di integrare nella richiesta le informazioni mancanti;
    • in attesa di pagamento: per i servizi che prevedono un pagamento;
    • in revisione: la richiesta è in fase di revisione da parte di un amministratore;
    • approvata: lo stato finale di una richiesta andata a buon fine;
    • annullata: la richiesta è stata annullata da un amministratore

SPID E CIE PER ACCESSO AI SERVIZI DIGITALI

È previsto l’accesso allo sportello digitale degli iscritti e di altri soggetti esterni, fruitori dei servizi digitali con autenticazione attraverso l’identificazione SPID e CIE.

Tutte le pubbliche amministrazioni devono rendere i propri servizi online accessibili tramite SPID e CIE per favorire e semplificare l’utilizzo dei servizi digitali da parte di tutti i cittadini. Anche i privati possono rendere i propri servizi online accessibili tramite SPID e CIE, al fine di favorire e semplificare l’utilizzo dei propri servizi digitali.

Contattaci per maggiori informazioni: https://www.actainfo.it/contatti/ o scrivi a commerciale@actainfo.it

ACTAINFO PNRR

AGID_Marketplace.png Misura 1.4.1: SPORTELLO DIGITALE e SITI WEB per Servizi digitali Pacchetto Cittadino Informato e Cittadino Attivo.
Misura 1.2: Migrazione servizi in CLOUD.
Misura 1.4.3: PagoPA, App IO.
Misura 1.4.4: SPID, CIE

 

 

Actaprivacy software cloud saas qualificato da AGID per l'adempimento del GDPR

AGID_Marketplace.png Per l’attuazione degli obblighi richiesti dal nuovo Regolamento UE Software cloud saas ActaPrivacy per la gestione degli adempimenti previsti per la protezione dei dati personali dal GDPR 2016/679.

 

 

ActaFad - Elearning Corso Whistleblowing per la segnalazione degli illeciti

Corso di formazione per l’attuazione degli obblighi formativi in materia di whistleblowing - segnalazione degli illeciti - richiesti dalla Delibera ANAC n. 311 del 12 luglio 2023

 

 

Leggi anche

Actainfo realizza il software Procedure Disciplinari a norma PNRR

L’applicativo cloud saas Procedure Disciplinari, permette all’ufficio legale e all’ufficio personale di gestire le prcedure e i provvedimenti disciplinari a carico dei dipendenti che non rispettano gli obblighi contrattuali.

Oltre 100.000 siti coinvolti nel grave attacco a Polyfill.io

Polyfill.io, un web service utilizzato da oltre 100.000 siti web, che garantisce la compatibilità con le moderne funzionalità offerte dai browser più recenti anche ai browser più datati è stato attaccato e compromesso. Risulta che sono stati impattati anche numerosi siti della PA nazionale. Il cyber attack ha permesso di effettuare injection di codice malevolo che reindirizzano a […]

Avvisi PNRR di PA Digitale 2026

Pubblichiamo lista degli avvisi del PNRR Rdi PA Digitale 2026 a cui possono al momento ancora accedere i Comuni, se non hanno già aderito ad essi: Avviso Misura 1.4.5 “Piattaforma Notifiche Digitali” – SEND – Comuni (maggio 2024) I Soggetti Attuatori ammissibili partecipano al presente Avviso al fine di effettuare l’integrazione dei sistemi del Comune […]