Il Ministero dell’Innovazione e Transizione Digitale il 20 Ottobre 2022 ha pubblicato il bando: Avviso Misura 1.3.1 “Piattaforma Digitale Nazionale Dati” Comuni Ottobre 2022.

soggetti attuatori dell’avviso sono i Comuni (7904 municipalità in tutta Italia). Le attività finanziabili fanno riferimento alla creazione di API e loro registrazione in PDND.

Si definisce API un oggetto che fornisce a un programmatore informatico un insieme di strumenti specifici per l’espletamento di un determinato compito.

In conformità alle Linee Guida sull’interoperabilità tecnica delle Pubbliche Amministrazioni le API potranno essere erogate in due modalità: – HTTP REST (preferibile per nuovi servizi) o SOAP.

Il processo di integrazione ed erogazione dei servizi si intende concluso con esito positivo nel momento in cui vengono pubblicate ed attivate dalla PA le API nel Catalogo API della PDND.

L’elenco delle attività da effettuare  è esplicitato nell’allegato 2. In particolare sarà necessario aderire alla piattaforma e poi verranno resi disponibili:

  • Manuale Operativo di Piattaforma Digitale Nazionale Dati;
  • Specifiche tecniche per documentare le API fornite da Piattaforma Digitale Nazionale Dati, con inclusi i Sequence Diagram che ne dimostrano l’utilizzo;
  • Materiale esplicativo addizionale: Q&A e youtube video su PDND;
  • Presentazioni e white papers per lo sviluppo di API secondo il modello di interoperabilità;
  • Modello di tracciamento dell’esecuzione dei test e dei risultati ottenuti.

Le date di riferimento del bando sono:

  • 20/10/2022: data apertura
  • 17/02/2023: data chiusura del bando
  • 15/10/2022: data inizio richiesta erogazione contributo

In particolare i lavori dovranno essere affidati al fornitore entro 6 mesi (per i comuni sotto i 50.000 abitanti) e 9 mesi (per i comuni sopra 50.000 abitanti) dalla data di notifica finanziamento e completati entro 6 mesi (per tutti gli enti) dalla data di stipula contratto con il fornitore.

ACTAINFO PNRR

AGID_Marketplace.png Misura 1.4.1: SPORTELLO DIGITALE e SITI WEB per Servizi digitali Pacchetto Cittadino Informato e Cittadino Attivo.
Misura 1.2: Migrazione servizi in CLOUD.
Misura 1.4.3: PagoPA, App IO.
Misura 1.4.4: SPID, CIE

 

 

Actaprivacy software cloud saas qualificato da AGID per l'adempimento del GDPR

AGID_Marketplace.png Per l’attuazione degli obblighi richiesti dal nuovo Regolamento UE Software cloud saas ActaPrivacy per la gestione degli adempimenti previsti per la protezione dei dati personali dal GDPR 2016/679.

 

 

ActaFad - Elearning Corso Whistleblowing per la segnalazione degli illeciti

Corso di formazione per l’attuazione degli obblighi formativi in materia di whistleblowing - segnalazione degli illeciti - richiesti dalla Delibera ANAC n. 311 del 12 luglio 2023

 

 

Leggi anche

Attacco hacker a Synlab Italia sospese attività di 500 laboratori e centri medici

Laboratori Hackerati

Attacco hacker ai sistemi informatici di Synlab Italia, network europeo di fornitura di servizi di analisi e diagnostica medica presente in oltre 30 nazioni in 4 continenti con più di 500 laboratori medici in cui lavorano 28.000 dipendenti e circa 600 milioni di esami eseguiti ogni anno. E’ stata la stessa società a renderlo noto sul […]

Attacchi Ransomware in Italia +85% nel 2023

Ransomware

Nel report annuale sullo stato di salute della cybersecurity, Cyber Think Tank di Assintel, evidenzia un aumento preoccupante degli attacchi informatici nel corso del 2023. Nel mondo si evidenzia un notevole incremento del 184% nel numero degli attacchi rispetto al 2022, con un totale di 7.068 attacchi malware individuati e classificati durante l’anno. Dal Dark […]

Vortice di aggiornamenti 2024 per Amministrazione trasparente con regole privacy

Nuove schede standard pubblicazione Amministrazione trasparente 2024

Dopo i 5 provvedimenti emanati nel 2023 da ANAC – Autorità Nazionale Anticorruzione: Seguono 2 ulteriori aggiornamenti di inizio 2024 che coinvolgono anche le misure di protezione dei dati personali. Conclusioni Gran lavoro sul fronte Amministrazione trasparente. Si paga il ritardo nella progettazione della digitalizzazione e nella necessità della interoperabilità, in questo caso, con le […]