Dal 20 maggio 2019 è terminato il periodo di tolleranza previsto dall’art. 22 del Decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101 per le inadempienze al nuovo regolamento europeo GDPR n. 2016/679.

Il Garante, dal 20 maggio, applicherà integralmente le sanzioni previste dal GDPR per l’inosservanza al corretto trattamento dei dati nella loto interezza.

Non sono da sottovalutare, inoltre, le sanzioni penali in cui si può incorrere agendo con superficialità nell’adempimento delle nuove regole.

Ad esempio, uno degli illeciti penali elencati nel Titolo III del codice aggiornato riguarda la “Falsità nelle dichiarazioni al Garante e interruzione dell’esecuzione dei compiti o dell’esercizio dei poteri del Garante”, disciplinato dall’articolo 168.
Nel caso in cui il titolare dichiari o attesti falsamente notizie o produca atti o documenti falsi, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni. Esempi possono essere il registro delle attività di trattamento gestito male o ricalcato su esperienze altrui o la notificazione di un data breach descritto in modo non approfondito.

Il timore delle sanzioni non è l’unico fattore che dovrebbe condurre il titolare o il responsabile del trattamento al rispetto delle disposizioni in materia. Il titolare deve, infatti, in caso di accertamento dimostrare di rispettare sostanzialmente e non formalmente gli adempimenti.

 

 

 

  ACTAINFOServizi informativi e telematici

Fornitore abilitato al MEPA – Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione. 
Realizzazione, gestione, fornitura di: siti web, servizi privacy, firme digitali, marche temporali, PEC, conservazione digitale, archiviazione

 

 

Actaprivacy software online per l’adempimento del GDPR

Per l’attuazione degli obblighi richiesti dal nuovo Regolamento UE Software web based ActaPrivacy per la gestione degli adempimenti previsti per la protezione dei dati personali dal GDPR 2016/679. 

 

 

Leggi anche

Tessera sanitaria senza microchip

Tessera sanitaria

In seguito alla crisi mondiale nell’approvvigionamento delle materie prime, che consentono la produzione di microchip, molte aziende stanno facendo i conti con questo problema. Il microchip consente alla tessera sanitaria di poter essere utilizzata per accedere ai servizi online. La mancanza del chip sulla tessera sanitaria comporta che questa non può essere utilizzata come Carta […]

Digitale: c’è molta strada da fare in Italia n. 27 al mondo

Italia al 27° posto nel digitale dopo Belgio e Polonia. E’ quanto emerge dalla classifica stilata da Surfshark, società specializzata in virtual private network – VPN. L’analisi è stata effettuata su 110 Paesi, rappresentativi del 90% della popolazione mondiale.

Siti e servizi comunali a misura di cittadino grazie al modello aggiornato di Designers Italia

PA26 Annuncia la prima versione delle risorse operative a norma del PNRR Come previsto dalla misura 1.4.1. del PNRR, il team di Designers Italia ha affrontato l’aggiornamento delle risorse operative messe a disposizione dei Comuni italiani per realizzare o aggiornare il proprio sito web e i servizi digitali. Con l’aggiornamento del modello disponibile sul sito di […]