Conservazione

CONSERVAZIONE DIGITALE E MANUALE PROTOCOLLO INFORMATICO ENTRO IL 12 OTTOBRE

Entro il 12 ottobre 2015 gli Enti della Pubblica Amministrazione devono adempiere a due disposizioni obbligatorie introdotte dal DPCM 3 dicembre 2013.

Si tratta di provvedere alla:

CONSERVAZIONE DEL REGISTRO DI PROTOCOLLO INFORMATICO

REDAZIONE DEL MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO.

La conservazione digitale del Registro di Protocollo informatico deve essere eseguita a norma delle disposizioni obbligatorie del DPCM 3 dicembre 2013 che prevede l’invio “entro la giornata lavorativa successiva al sistema di conservazione digitale, garantendone l’immodificabilità del contenuto”.

Il mancato adempimento implica, ai sensi dell’articolo 7 del D.P.C.M 03/12/2013, la violazione dei requisiti minimi di sicurezza del sistema di protocollo informatico di cui risponde personalmente il responsabile preposto alla gestione documentale.

In qualità di partner di Aruba Pec, conservatore acrreditato dall’AGID, forniamo un servizio completo che comprende:
a)   l’utilizzo dell’applicativo web DOCFLY per la conservazione del Registro di protocollo
b)   il manuale di conservazione
c)   il servizio esterno di Responsabile della conservazione
d)   il servizio di assistenza archivistica e sicurezza dei dati personali resa dalle figure obbligatorie, laureate con idonea qualifica,  previste dal DPCM 03/12/2013 e dalla Circolare AGID n. 65/2014 (G.U. n. 89 del 16/04/2014).

Stessa scadenza del 12/10/2015 per la stesura e la pubblicazione sul sito internet del “Manuale di gestione del protocollo informatico dei flussi documentali e degli archivi”  in linea con le regole tecniche stabilite dal DPCM del 3 dicembre 2013.

Il manuale di gestione, anche se già realizzato, dovrà integrarsi con il manuale di conservazione, piano di sicurezza dei dati, linee guida per la pubblicazione delle informazioni, nomina del responsabile della trasparenza, piano triennale anticorruzione, regolamento per l’accesso agli atti amministrativi e tutti gli atti emanati per normare l’attività informativa dell’ente. La sua redazione richiede, peranto, competenze di informatica, informatica giuridica, diritto amministrativo, archivistica, sicurezza e privacy.

Per questo adempimento forniamo, secondo le necessità dell’Ente, il servizio di realizzazione o di aggiornamento del Manuale di gestione del protocollo informatico.

L’assistenza telefonica e in trouble ticketing è prestata durante l’orario di lavoro dallo staff archivistico coordinato dalla Dott.ssa in Scienze e Conservazione dei Beni Arhivistici e Librari, Anna Maria Censorii specialista in archviazione degli Enti Pubblici.

 

Leggi anche

Strategia Cloud Italia: trasmissione dei piani di migrazione

Con la firma del decreto n. 3 del 19 gennaio 2023, che stabilisce le modalità di trasmissione dei piani di migrazione predisposti dalle PA, prosegue il percorso di adozione del cloud da parte delle pubbliche amministrazioni italiane. Dopo aver presentato lo scorso anno la classificazione dati e servizi secondo le indicazione dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN), […]

Attacco ransomware massivo minaccia i server ESXi

Arrivano segnalazioni di una esplosione di compromissioni degli hypervisor VMware ESXi con oltre 500 macchine colpite dal ransomware questo fine settimana, con gli attacchi che sfruttano la CVE-2021-21974. Come pubblicato da The Stack, circa 20 macchine ESXi venivano colpite ogni ora, utilizzando i dati messi a disposizione da Shodan che mostravano che la maggior di […]

Accessibilità dei siti web e delle app di soggetti privati con fatturato medio superiore a € 500 milioni

Il DL 76/2020 ha esteso al settore privato alcuni obblighi sull’accessibilità, previsti già dalla Legge 4/2004 per le Pubbliche Amministrazioni, ai soggetti che offrono servizi al pubblico, attraverso siti web o applicazioni mobili, con un fatturato medio, negli ultimi tre anni di attività, superiore a 500 milioni di euro, con l’obiettivo di consentire la più ampia […]